BRIGNONE, È UN GRAN SECONDO POSTO: A SOELDEN SI ARRENDE SOLO ALLA WORLEY

Due mesi e mezzo fa, il 10 agosto, molto probabilmente neppure Federica Brignone riusciva a immaginarsi sul podio della gara inaugurale di Coppa del mondo. E invece a Sölden, dopo aver addirittura vinto la prima manche sfruttando il pettorale numero 1, ha chiuso al secondo posto appena 34 centesimi dietro la francese Tessa Worley.

L'azzurra aveva soli 18 giorni di allenamento sulle gambe dopo la caduta in una manche di supergigante che le causò lo stiramento al legamento collaterale laterale del ginocchio sinistro e una forte contusione ossea alla stessa gamba. Ecco perché non possono esserci rimpianti. Tutt'altro: è un grande risultato. Nella prima manche è stata bravissima sul muro e anche nella parte finale del tracciato in piano. Nella seconda ha sciato comunque bene provando ad attaccare con soli 40 centesimi sulla Worley da gestire e col sesto tempo di manche ha centrato uno splendido secondo posto.

A Sölden, nel 2015, Federica ottenne il primo successo della propria carriera in Coppa del mondo: sul Rettenbach, tre anni dopo, conquista il 25esimo podio arrendendosi soltanto alla Worley, autrice di una seconda manche strepitosa e al tredicesimo trionfo in Coppa. Terza finisce la campionessa olimpica Mikaela Shiffrin, mentre Viktoria Rebensburg, detentrice della coppa di specialità, resta fuori dal podio. Chiude al 22° posto l'altra azzurra, Irene Curtoni, a 4"45 dalla Worley.

La classifica finale

 1 WORLEY Tessa (Fra)   2'00"51
 2 BRIGNONE Federica (Ita)   +0"35
 3 SHIFFRIN Mikaela (Usa)   +0"94
 4 REBENSBURG Viktoria (Ger)   +0"99
 5 BRUNNER Stephanie (Aut)   +1"93
 5 MOWINCKEL Ragnhild (Nor)   +1"93
 7 HOLDENER Wendy (Sui)   +2"31
 8 LYSDAHL Kristin (Nor)   +2"47
 9 STJERNESUND Thea Louise (Nor)   +3"04
 10 HAUGEN Kristine Gjelsten (Nor)   +3"11
 11 GRENIER Valerie (Can)   +3"29
 12 MUGNIER Adeline (Fra)   +3"32
 13 BARIOZ Taina  (Fra)  +3"36
 14 GUT Lara (Sui)   +3"48
 15 GISIN Michelle  (Sui)  +3"60
 16 LIENSBERGER Katharina (Aut)   +3"62
 17 TRUPPE Katharina (Aut)   +3"84
 18 HROVAT Meta (Slo)   +4"05
 19 RESCH Stephanie (Aut)   +4"09
 20 VEITH Anna (Aut)   +4"10
 21 SCHILD Bernadette (Aut)   +4"20
 22 CURTONI Irene (Ita)   +4"45
 23 HAASER Ricarda (Aut)   +4"58
 24 BREM Eva-Maria (Aut)   +4"59
 25 HANSDOTTER Frida (Swe)   +4"73
 26 ANDO Asa (Jpn)   +4"94
 27 WEIRATHER Tina (Lie)   +5"35
 28 ISHIKAWA Haruna (Jpn)   +5"59
 - VLHOVA Petra (Svk) SQUAL.
 - HECTOR Sara (Swe) DNF


Brignone "aprirà" la Coppa del mondo: a Soelden col pettorale numero 1

Sarà Federica Brignone ad aprire la stagione di Coppa del mondo. L'azzurra, infatti, ha ottenuto il pettorale numero 1 nel sorteggio effettuato alle 19 a Soelden, dove sabato 27 ottobre si disputerà il gigante femminile: la prima manche è in programma alle ore 10, la seconda alle 13 (diretta tv su Raisport ed Eurosport).

Ecco l'ordine di partenza sulla pista del Rettenbach (in grassetto le 9 atlete italiane).

 1 BRIGNONE Federica  1990  ITA 
 2 SHIFFRIN Mikaela  1995  USA 
 3 WORLEY Tessa  1989  FRA 
 4 MOWINCKEL Ragnhild  1992  NOR 
 5 REBENSBURG Viktoria  1989  GER 
 6 BRUNNER Stephanie  1994  AUT 
 7 HOLDENER Wendy  1993  SUI 
 8 BASSINO Marta  1996  ITA 
 9 HROVAT Meta  1998  SLO 
 10 DREV Ana  1985  SLO 
 11 CURTONI Irene  1985  ITA 
 12 HANSDOTTER Frida  1985  SWE 
 13 HECTOR Sara  1992  SWE 
 14 HAASER Ricarda  1993  AUT 
 15 VLHOVA Petra  1995  SVK 
 16 SCHILD Bernadette  1990  AUT 
 17 GUT Lara  1991  SUI 
 18 VEITH Anna  1989  AUT 
 19 WEIRATHER Tina  1989  LIE 
 20 ALPHAND Estelle  1995  SWE 
 21 LYSDAHL Kristin  1996  NOR 
 22 GAGNON Marie-Michele  1989  CAN 
 23 MUGNIER Adeline  1992  FRA 
 24 TILLEY Alex  1993  GBR 
 25 BARIOZ Taina  1988  FRA 
 26 MARSAGLIA Francesca  1990  ITA 
 27 BREM Eva-Maria  1988  AUT 
 28 LIENSBERGER Katharina  1997  AUT 
 29 HAUGEN Kristine Gjelsten  1992  NOR 
 30 HOLTMANN Mina Fuerst  1995  NOR 
 31 GISIN Michelle  1993  SUI 
 32 IGNJATOVIC Nevena  1990  SRB 
 33 STJERNESUND Thea Louise  1996  NOR 
 34 JELINKOVA Adriana  1995  NED 
 

35 ISHIKAWA Haruna  1994  JPN 
 36 GRENIER Valerie  1996  CAN 
 37 HURT A J  2000  USA 
 38 DUERR Lena  1991  GER 
 39 MUKOGAWA Sakurako  1992  JPN 
 40 CRAWFORD Candace  1994  CAN 
 41 FJAELLSTROEM Magdalena  1995  SWE 
 42 SCHEIB Julia  1998  AUT 
 43 ANDO Asa  1996  JPN 
 44 PICHLER Karoline  1994  ITA 
 45 DANIOTH Aline  1998  SUI 
 46 GASIENICA-DANIEL Maryna  1994  POL 
 47 ORTLIEB Nina  1996  AUT 
 48 MANGAN Patricia  1997  USA 
 49 RESCH Stephanie  1995  AUT 
 50 ESCANE Doriane  1999  FRA 
 51 BERTANI Luisa Matilde Maria  1996  ITA 
 52 ARAI Mio  1997  JPN 
 53 KOPP Rahel  1994  SUI 
 54 SUTER Jasmina  1995  SUI 
 55 PROKOPYEVA Aleksandra  1994  RUS 
 56 CAPOVA Gabriela  1993  CZE 
 57 HRONEK Veronique  1991  GER 
 58 TRUPPE Katharina  1996  AUT 
 59 PYKALAINEN Erika  2001  FIN 
 60 DIREZ Clara  1995  FRA 
 61 O BRIEN Nina  1997  USA 
 62 MIDALI Roberta  1994  ITA 
 63 ELLENBERGER Andrea  1993  SUI 
 64 SANDULLI Elena  2000  ITA 
 65 STOFFEL Elena  1996  SUI 
 66 GRITSCH Franziska  1997  AUT 
 67 SKJOELD Maren  1993  NOR 
 68 DELLA MEA Lara  1999  ITA 
 69 FILSER Andrea  1993  GER 
 70 BUCIK Ana  1993  SLO 
 71 DVORNIK Neja  2001  SLO 
 72 SHKANOVA Maria  1989  BLR 
 73 MIRADOLI Romane  1994  FRA 
 74 CLERC Mialitiana  2001  MAD 
 75 MELNIKOVA Polina  2001  RUS


SQUADRA FEMMINILE SCI ALPINO  GIGANTE
SQUADRA FEMMINILE SCI ALPINO SOELDEN

Brignone: "Sono qui e me la gioco".

"Diciotto giorni di allenamento dopo l'infortunio del 10 agosto? Ovvio che non sono quelli che mi sarei augurata, ma bisogna anche accettarlo e farci l'abitudine: devo cercare di fare il massimo con così pochi giorni, sono andata in crescendo, giorno per giorno sono migliorata. Sono qua, ci credo comunque, penso sia una gara dove ci vogliono cattiveria e decisione, soprattutto con una pista del genere con condizioni del genere, perché è veramente tosta. Ci sono, me la gioco. Le sensazioni? Sono al cancelletto e di questo sono molto contenta. Fare questa gara è sempre molto emozionante, c'è tanta gente, siamo tutti qui che aspettiamo Sölden da tutta l'estate e quindi fa bene iniziare, è come aprire le porte e poi da qui si vedrà tutto il resto. Secondo me è un punto di partenza, nel senso che poi ci vuole un mese prima delle prossime gare. Sölden è sempre così: è un test. Se va bene, bene. Se non va bene, hai un mese per lavorarci sopra e continuare a migliorarti".

Bassino: "Pista bella, sto sciando bene"

"Sono contenta di cominciare finalmente questa nuova stagione, la pista mi sembra molto bella, un po' mossa, vediamo cosa viene fuori domani. Io sto bene, sono contenta di come è andata la preparazione e di come sto sciando ultimamente. Come affronterò questa stagione? Partirò gara per gara, giorno per giorno, sempre dando il meglio di me. Come l'anno scorso per le Olimpiadi, quest'anno il focus sono i Mondiali a febbraio, ma ci si arriva costruendo un percorso prima con la Coppa del mondo".

MARSAGLIA, AL RIENTRO DOPO 18 MESI

"Sono davvero felice, l'obiettivo era rientrare sana, sono consapevole che mi manca ancora qualcosina, un po' di chilometri persi in quest'ultimo anno,  però sono molto felice di essere al cancelletto e di rompere il ghiaccio. Mi mancava la condivisione, so anche che se mi concentro nello sciare come sto sciando adesso non può che venire una cosa carina, voglio veramente godermela e pensare soltanto a me stessa, concentrandomi sul mio percorso in questa stagione".